• Lauro Fuso
    Lauro Fuso IGP
    Il vino Paglierino delicato con verve verdolina, di buona luminosità e vivacità; atteggiamento delicato nel bicchiere, con equilibrata presenza materica. Naso raccolto e composto, in cui la nota spiccatamente aromatica del moscato sembra far da traino ad un corredo olfattivo più gentile e pulito tipico della falanghina. Pesca bianca e muschio, una spruzzata di lichi aprono la strada a rimandi di ginestra e banana appena acerba, in un mosaico aromatico che tende a definirsi via via che il vino si ossigena e riscalda. La bocca non cede alla tentazione di facili morbidezze che il saldo di moscato tranquillamente si porterebbe dietro, ma risulta affilata e decisa; scorre sul vilo di lama di una acidità mordace, ma allo stesso tempo ritmata da scodate saline; alcool totalmente integrato nella beva. Si scioglie lentamente nel palato, regalando lunghezza aromatica e capovolgendo quasi la progressione nasale, con la presenza della falanghina che sembra imporsi in prima battuta, con la chiusura sulla dolcezza olfattiva tipica del moscato. Da provare su fritture e cruditè per approfittare del saldo sgrassante in grande evidenza.
  • Malacera
    Malacera IGP
    Il vino Luminoso color buccia di cipolla, scarico e diafano, ma di bella presenza e vivacità: appare suadente nel suo muoversi nel bicchiere, denunciando una percettibile anima glicerica. Naso espressivo ma delicato, giocato su note floreali appena accennate di rosa e geranio, frutta rossa a bacca piccola quali mirtilli rossi e fragolina di bosco, una accattivante nota più dolce di zucchero filato e caramella a fragola. Dritto ma allo stesso tempo seducente, senza fronzoli e pretese ma con tanta voglia di piacere ed ammaliare. Palato giocato sull'equilibrio gustativo di una spiccata morbidezza che da un lato quasi strizza l'occhio ad una dolcezza non stucchevole, dall'altro è animato da una spinta acida, lievemente salina, che rende il sorso teso e godibile, mai stancante, quasi compulsivo. Vino ideale per un aperitivo di mare leggero e disimpegnato, da gustare anche ben freddo; perfetto per una bicchierata da amici, da consumare a secchiate.
  • Rupe Rossa
    Rupe Rossa IGP
    Il vino Rosso purpureo dalla grande intensità cromatica, impenetrabile e vivacissimo, si sfrangia appena sull'unghia in una veste cardinalizia. Affatto pesante nell'atteggiamento nel bicchiere, mostrando così materia ed agilità in buon equilibrio. Naso caratterizzato e riconoscibile, pur di estrema giovinezza e notevole prospetti va: frutta nera croccante a bacca piccola, tocchi balsamici, una nota silvestre, resinosa e terragna, appena ruspante. In secondo piano idee terziarie in via di definizione, su radice di liquirizia e pepe nero macinato. Quadro olfatti vo già godibile ora ma ancora in fase di puntualizzazione ed arricchimento, con prospetti vi di grande fascino ed interesse. Bocca di buona presenza tannica, sufficiente spinta acida e delicato apporto alcolico. Otti mo grip nel sorso che risulta appagante e mai cedevole, lungo aromaticamente e con rimandi perfettamente in linea con il profilo olfatti vo. Vino giovane e vitale ma non per questo carente in personalità e carattere, che andranno ulteriormente modellandosi con ulteriore sosta in botti glia. Da spendere su primi piatti strutturati, con lunghe cotture, o arrosti di carne.

9N6A9439
9N6A9437
9N6A9438
9N6A9441
9N6A9469